“La UEFA ha promesso che il prossimo anno Women’s EURO 2022 in Inghilterra sarà un torneo da record – alzerà il livello del calcio femminile e stabilirà nuovi standard per gli eventi sportivi femminili europei.” Questo il mirabolante incipit di un recente articolo uscito sul sito della UEFA. Secondo Giorgio Marchetti, vice segretario generale UEFA e Nadine Kessler, responsabile del calcio femminile UEFA, il prossimo torneo europeo porterà il calcio femminile europeo a un livello successivo. Se questo è l’obiettivo siamo sicuramente sulla strada giusta. Dai mondiali di Francia del 2019 ad oggi è cresciuto tutto nel calcio femminile: la preparazione atletica delle calciatrici, la qualità dello spettacolo, la notorietà dello sport e delle sue principali interpreti, lo spazio dedicato al calcio in rosa da parte dei broadcaster (persino in Italia, dove La7 trasmette una partita alla settimana in chiaro), la presenza sui social media e gli investimenti da parte dei club. Manca ancora forse il tassello più importante di tutti. Lo sponsorship business.
Se dovessimo fare cento le opportunità di investimento in sponsorship che il calcio femminile offre ad oggi, potremmo tranquillamente affermare che se ne sfrutta poco più di un venti. Servono brand che credano nel calcio femminile e che vedano in questo sport un fenomeno in crescita, una nicchia destinata a diventare mainstream nel futuro prossimo, un laboratorio per testare nuove brand narrative, e un target ancora tutto da capire e da sfruttare. Noi di WFM abbiamo capito forse prima degli altri questa grande opportunità e stiamo al fianco del brand e dei club per trovare il modo migliore per rendere le strategie e le attività di sponsorship win-win per entrambe le parti. Per questo consigliamo ai clienti di muoversi adesso e non aspettare l’onda della popolarità. Quando ciò accadrà sarà infatti troppo tardi, si perderanno i vantaggi da first mover e si avranno delle barriere all’ingresso (finanziarie più che operative) che renderanno l’accesso al calcio in rosa più complesso. Il livello successivo è già iniziato. Insomma … brand avvisato, mezzo salvato.