Negli Stati Uniti il campionato femminile è stato il primo a tornare operativo grazie al sostegno e al contributo degli sponsor. Come riportato nell’articolo di qualche settimana fa “Quando dietro agli ostacoli si nascondono opportunità” il calcio femminile è diventato un movimento troppo importante per essere interrotto.

Così, grazie al supporto di partner del calibro di Google è stato possibile organizzare un torneo nei mesi di giugno e luglio riscuotendo un successo incredibile: la NWSL Challenge Cup ha chiuso la stagione stabilendo il nuovo record di telespettatori per una partita della NWSL.

La finale di Challenge Cup Houston Dash-Chicago Red Stars, vinta 2-0 dalle Dash, andata in onda domenica su CBS, ha fatto registrare una media di 653 mila telespettatori, con un incremento del 14% rispetto al precedente record. Dunque, non è durato nemmeno un mese il record stabilito proprio nella gara di apertura della NWSL tra North Carolina Courage e Portland Thorns.

Houston-Chicago è stata la seconda partita di calcio più vista negli Stati Uniti lo scorso weekend. Per intenderci, solo Manchester United-Leicester della Premier League maschile ha fatto meglio, con una media di 750 mila spettatori.

A testimonianza della crescita che il calcio femminile sta avendo di anno in anno, la finale di Challenge Cup ha visto un incremento dei telespettatori del 293% rispetto alla finale della NWSL 2019 (166 mila spettatori).