Il diffondersi del COVID-19 ha causato l’interruzione di parecchi campionati di calcio femminile. In Inghilterra per esempio si è stabilito che tutti club femminili rimarranno fermi per almeno sei mesi. In Italia – come ormai noto – il campionato è stato concluso praticamente d’ufficio e bisognerà aspettare la prossima stagione per rivedere le nostre atlete in campo. Sembra quasi una beffa. Proprio ora che il calcio in rosa stava per volare… ecco la zavorra. Ma laddove si sono presentati degli ostacoli, qualcuno ha trovato un’opportunità.

Negli USA infatti, anche grazie alla volontà degli sponsor, il campionato di calcio femminile sarà il primo a tornare operativo. La stagione avrà uno svolgimento differente rispetto al passato: le partite saranno concentrate in poche settimane, saranno consentite sostituzioni aggiuntive e le retribuzioni non varieranno rispetto a quanto concordato. Tutte le partite verranno trasmesse in streaming da Twitch, mentre la CBS mostrerà l’inizio e la fine in diretta sulla rete televisiva.

Anche in Germania si è cercato di mettere in atto tutte le norme possibili pur di riprendere il campionato al più presto affrontando la nuova realtà del coronavirus.

Come dice Alyse Hue, direttrice generale della National Women’s Soccer League Sky Blue FC: “Avere un anno vuoto sarebbe stata una cosa enorme da superare. Anche se non sembra una stagione regolare, per noi è stato un grande passo avanti poter trovare un certo livello di competizione, per i giocatori, per i tifosi e gli sponsor

Quello che conta ora è la capacità di riprendere in mano la situazione e permettere anche allo sport in rosa di guardare al futuro.

Questa capacità di risollevarsi nonostante l’epidemia è da attribuire soprattutto al ruolo di importanti sponsor che, grazie ai propri investimenti e alla forte volontà di trasmettere i valori che questo movimento porta con sé, sono riusciti a contribuire alla ripresa della stagione e ad attirare i tifosi pronti a vivere un’estate all’insegna dello sport.

In Italia c’è bisogno di sponsor che scendano in campo al sostegno delle atlete e lottino affinché tutto ciò che si è guadagnato fino ad ora non vada perduto.

Per questo, il team di Women’s Football Management ha lanciato BUSINESS CORNER, un servizio innovativo il cui motto è tanto semplice quanto evocativo:“CI SONO SQUADRE CHE CERCANO SPONSOR, E SPONSOR CHE CERCANO SQUADRE: NOI LI AIUTIAMO AD INCONTRARSI. BUSINESS CORNER è quindi un progetto strategico-operativo in ambito sponsorship finalizzato ad agevolare l’incontro tra domanda (i club) e l’offerta (i brand) senza limiti di categoria: dalla serie A fino ai club che militano nei campionati regionali.

Il servizio offerto non si limita alla sola intermediazione ma si configura come un servizio di consulenza ad alto valore aggiunto finalizzato a massimizzare impatto mediatico della sponsorizzazione attraverso soluzioni multicanale e progetti di immagine articolati. Perché la sponsorizzazione è efficace quando il brand è in grado di massimizzare la propria visibilità e non può di certo limitarsi alla semplice presenza di un logo su una maglia o su un banner pubblicitario sul campo di gioco.

Sei interessato? Ti basta compilare un breve form e verrai contattato da uno dei professionisti di Women’s Football Management.